Terapia manuale – primo soccorso per articolazioni, muscoli e sistema nervoso

aiutare il panico

Trattamento dei disturbi funzionali dell'apparato muscolo-scheletrico: la terapia manuale è uno dei trattamenti fisioterapici più importanti. La terapia manuale è conosciuta anche come fisioterapia manuale o terapia manuale e viene utilizzata per numerose malattie.

Con l'aiuto di determinate tecniche e prese passive nonché di esercizi attivi si intende ottimizzare la mobilità e l'interazione delle articolazioni, dei muscoli, dei tendini e dei dischi intervertebrali e ridurre il dolore. Viene effettuato da fisioterapisti qualificati.

Ma come si procede con la terapia manuale? Cosa distingue la terapia manuale dalla fisioterapia e comprende solo i massaggi? E quando la terapia manuale è consigliata da un fisioterapista? Questo articolo fornisce le risposte!

Fisioterapia: cosa fa la terapia manuale?

Se sono presenti disturbi funzionali del sistema muscolo-scheletrico, i medici spesso indirizzano i loro pazienti a fisioterapisti esperti. Hanno le conoscenze specialistiche necessarie per implementare la terapia manuale (MT).

L'approccio terapeutico è destinato a Ripristino delle funzioni del sistema muscolo-scheletrico. La base sono maniglie professionali che possono essere utilizzate per ridurre il dolore e correggere disturbi del movimento come i blocchi articolari.

Prima che il fisioterapista crei un piano di trattamento, vengono effettuati i risultati. In questo contesto, valuta la meccanica articolare e la funzione delle articolazioni. Il fisioterapista coinvolge l'intero corpo del paziente. Quindi il terapeuta determina il metodo di trattamento.

Nell'approccio Sachse, ad esempio, ciò influenza la conduzione degli stimoli a livello spinale. A questo scopo viene mobilizzata l'articolazione che provoca disagio. Gli interessati riceveranno ulteriori informazioni su fisioterapia-nordbad.de.

Qual è la differenza tra terapia manuale e terapia fisica?

A differenza della fisioterapia, in breve KG, la terapia manuale utilizza principalmente tecniche passive per trattare le disfunzioni dei muscoli e delle articolazioni. Nella fisioterapia classica, invece, il terapista si affida ad esercizi attivi che il paziente può svolgere a casa e da solo. Ciò ha senso, ad esempio, se il paziente presenta un accorciamento muscolare o soffre di ernia del disco.

Vieni con la terapia manuale Tecniche di presa e mobilizzazione usato per trattare dolori alla schiena, alle articolazioni e ai muscoli, nonché malattie della colonna vertebrale. Per poter eseguire la terapia manuale, il fisioterapista deve completare diversi anni di formazione aggiuntiva che richiede molto tempo per diventare terapista manuale.

terapia manuale infografica

Quali forme di terapia manuale sono disponibili?

La terapia manuale copre diverse aree. Durante il massaggio classico, il fisioterapista utilizza tecniche di presa professionali come Cancellazione e impastamento per influenzare positivamente i muscoli.

Massaggio classico può avere un effetto rilassante e quindi influenzare non solo il corpo, ma anche la mente e la respirazione. Allo stesso tempo il fisioterapista agisce sull'intero organismo come parte del massaggio classico, stimola la circolazione sanguigna e favorisce i processi metabolici. 

Un'altra opzione è avere a Impacco al fango naturale applicare. Questo è considerato un rimedio provato nell'idroterapia. Si dice che aumenti la circolazione sanguigna e rilassi i muscoli. Gli impacchi di fango naturale vengono solitamente abbinati alla terapia manuale per ottenere risultati ottimali.

Lo stesso vale per il ultrasuono, che può essere collegato al MT. Inoltre, il drenaggio linfatico manuale può favorire la rimozione della linfa e quindi aumentare il benessere. Ciò include anche tecniche di presa ritmica.

Quando ha senso la terapia manuale?

La terapia manuale può essere utilizzata, tra gli altri, per i seguenti disturbi o malattie:

  • Rückenschmerzen,
  • dolore al collo,
  • dolori articolari,
  • Dolori muscolari,
  • malattie della colonna vertebrale,

Questa forma di terapia viene spesso utilizzata per il dolore alla schiena o al collo. Questi sono solitamente attribuibili a un carico errato, che può portare allo spostamento delle vertebre e alla sovrastimolazione dei nervi.

Il dolore articolare, a sua volta, può essere attribuito all'usura delle articolazioni. Anche usura, infiammazioni, infezioni o depositi minerali possono causare dolori alle articolazioni.

Il dolore muscolare, d'altra parte, si verifica spesso quando il corpo sovraccarico o caricato in modo errato divenne. Questo può essere il caso, ad esempio, di una ferita o di un'infezione. I pazienti di solito descrivono i sintomi come tiranti, lancinanti, simili a crampi, bruciore o pressione. Nei casi citati la terapia manuale può alleviare i sintomi.

Quanti minuti dura la terapia manuale?

Una sessione di terapia manuale ha luogo frequentemente Da 15 a 20 minuti reclamato. Il fisioterapista determina il numero di sedute in sede di stesura del piano terapeutico. Questo è progettato individualmente, in modo che non si possa fare alcuna indicazione generale sulla frequenza delle sessioni o sull'intervallo di tempo.

Un consiglio: un fisioterapista professionista risponderà a tutte le domande del paziente. È importante che il terapeuta spieghi dettagliatamente il piano terapeutico e giustifichi il numero di sedute terapeutiche previste.

Inoltre, i pazienti dovrebbero sentirsi in buone mani. Perché la terapia manuale ha come obiettivo sia il corpo che la mente. UN rapporto di fiducia può quindi rivelarsi benefico e contribuire al rilassamento e al successo terapeutico.

Il medico di famiglia può prescrivere la terapia manuale?

La terapia manuale può essere utilizzata con o senza certificato medico. Di solito prescritto il medico di famiglia o l'ortopedico un MT. In alcuni casi - come digrignamento dei denti, mal di testa o disturbi dell'articolazione della mascella - l'ortodontista o il dentista possono prescrivere anche la MT.

I medici prescrivono spesso 6 sessioni. Se lo si desidera, i medici possono espandere la MT per includere trattamenti aggiuntivi come la fangoterapia. Ciò può supportare l’effetto della terapia manuale.

Con quale frequenza il medico di famiglia può prescrivere la terapia manuale?

Il medico può inizialmente emettere 5 prescrizioni con sei trattamenti ciascuna. Dopo le 30 unità termina il caso normale. Se il paziente desidera usufruire di ulteriori sedute, è necessario Tempo di attesa di 12 settimane essere rispettato.

Il medico può quindi prescrivere nuovamente la terapia manuale da parte del fisioterapista. Per evitare un'interruzione della terapia, il medico può prescrivere anche al di fuori della procedura abituale.

Il paziente inoltra la prescrizione originale al fisioterapista. La cassa malati, invece, riceve una copia della prescrizione.

La conclusione: la terapia manuale in fisioterapia

Molte persone ne soffrono dolore cronico nel collo e nella schiena. Ma spesso si verificano anche dolori articolari e muscolari. Come nel caso delle malattie della colonna vertebrale e delle malattie reumatiche, anche in questi casi il medico di famiglia o l'ortopedico prescrive spesso la terapia manuale da parte di un fisioterapista.

Esegue tecniche di presa passiva per influenzare l'organismo e attivare il processo di guarigione. La MT può essere integrata con numerose applicazioni come gli ultrasuoni.

La terapia manuale non è offerta da tutti gli studi di fisioterapia. Ciò richiede una formazione aggiuntiva che richiede molto tempo e può essere eseguita solo da terapisti manuali.

contenuto

Lascia un commento ora

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*